STORIA DEL PRESEPEIL PRESEPE DELLA NATIVITA'TRADIZIONE PRESEPIO
IL PRESEPE: La rappresentazione della Natività di Gesù Bambino, com'è nata e come'è si è diffusa la pratica di realizzare il presepe. Oggi per molti costruire il presepe o le sue statuine è una vera e propria arte. Il presepe napoletano, con il mercato in Via San Gregorio Armeno a Napoli famosa in tutto il mondo per gli artigiani del presepe con le innumerevoli botteghe dedicate all'arte presepiale.
:: HOME :: SCRIVICI :: PREFERITI ::





 
IL PRESEPE - RAPPRESENTAZIONE DELLA NATIVITA'

Il presepe (o presepio) è una rappresentazione della Natività, ossia della nascita di Gesù, il 25 Dicembre nella notte, appunto di Natale e deriva da tradizioni medievali. Il termine deriva dal latino praesaepe, cioè greppia, mangiatoia, composto da prae = innanzi e saepes = recinto, ovvero luogo che ha davanti un recinto.
Il presepe moderno indica una ricostruzione tradizionale della natività di Gesù Cristo durante il periodo natalizio: si riproducono quindi tutti i personaggi e i posti della tradizione, dalla grotta alle stelle, dai Re Magi ai pastori, dal bue e l'asinello agli agnelli, e così via.
La rappresentazione può essere sia vivente che iconografica.
La tradizione, prevalentemente italiana, risale all'epoca di San Francesco d'Assisi che nel 1223 realizzò a Greccio la prima rappresentazione vivente della Natività.
Sebbene esistessero anche precedentemente immagini e rappresentazioni della nascita del Cristo, queste non erano altro che "sacre rappresentazioni" delle varie liturgie celebrate nel periodo medievale.
presepe, rappresentazione della Natività
Il presepe è una rappresentazione ricca di simboli.
Alcuni di questi provengono direttamente dal racconto evangelico.
Sono riconducibili al racconto di Luca la mangiatoia, l'adorazione dei pastori e la presenza di angeli nel cielo.
Altri elementi appartengono ad una iconografia propria dell'arte sacra: Maria ha un manto azzurro che simboleggia il cielo, San Giuseppe ha in genere un manto dai toni dimessi a rappresentare l'umiltà.
Una rappresentazione della Natività, cioè il presepe rappresentazione sacra della nascita di Gesù.
Dato che i Vangeli canonici parlano della natività in modo molto vago tralasciando molti particolari scenografici nei personaggi e nelle ambientazioni, il presepe attinge largamente anche ai Vangeli apocrifi e da arcane tradizioni dimenticate.
Tanto per citarne alcuni, il bue a l'asinello, simboli immancabili di ogni presepe, derivano da un'antica profezia di Isaia che dice "Il bue ha riconosciuto il suo proprietario e l'asino la greppia del suo padrone".
Sebbene Isaia non si riferisse assolutamente alla nascita del Cristo, l'immagine dei due animali venne utilizzata comunque come simbolo degli ebrei (rappresentati dal bue) e dei pagani (rappresentati dall'asino).
I Re Magi, invece, derivano dal Vangelo dell'infanzia armeno.
In particolare, questo vangelo colma le lacune che invece Matteo non risolve, ovvero il numero e il nome di questi sapienti orientali: il vangelo in questione fa i nomi di tre sacerdoti persiani: Melchiorre, Gasparre e Baldasarre, recante in dono oro, l'incenso e la mirra). Essendo un prodotto culturale, il presepe si diffonde nelle diverse culture con significative varianti.
Anche se l'idea di base, quella cioè di ricreare la fatidica scena della nascita del Cristo, resta invariata; lo stesso non si può dire per i materiali usati e gli stili di costruzione dei diversi presepi.
Per quanto concerne la diffusione del presepe nel mondo, possiamo suddividere tutte le varianti presepiali in due grandi macroaree: quella europea e quella comprendente il resto del mondo. Più in specifico appartengono all'area europea, con diverse varianti: il presepe spagnolo, quello provenzale, il presepe nei paesi di lingua tedesca e i presepi nei paesi dell'est europeo.
Fanno parte, invece, della macroarea del resto del mondo maggiormente i presepi dei paesi dell'America Latina e quelli di origine orientale ed etnica.
Da anni, ormai, vengono costruite ogni sorta di statuette per la rappresentazione della nascita di Gesù: angeli, pastori, Re Magi ed altri personaggi, creando così un vero e proprio business, un mercato a livello mondiale. Di statuette se ne possono trovare di diversi tipi, per dimensione, artista, materiale e prezzo.
Particolarmente celebre dal punto di vista turistico per le botteghe artigiane di presepi è via San Gregorio Armeno, un'antica strada nel centro storico di Napoli.
Di presepi viventi, invece, se ne possono trovare rappresentazioni in tutta Italia. Tra i più noti e visitati, quello di Massa Lubrense (NA), quello di Assisi, quello di Custonaci in (TP) quello di Crispiano (TA) e quello di Pezze di Greco (BR).

Frasi auguri natale - Biglietti di Natale - Frasi di Natale - Immagini di Alberi Natale - Canti di Alberi

Torna alla home di Alberi-di-Natale.it »
 

Le risorse natalizie inserite sono state inviate da utenti o trovate nel web. Se ritenete che vi siano state delle violazioni di diritto d'autore non esitate a scrivere alla redazione specificando la risorsa e documentando i diritti. L'immagine, frase o altra risorsa verrà aggiornata con il copyright, limitazioni d'uso, link alla home page dell'autore o, se desiderate, eliminata dai nostri archivi.
STORIA DEL PRESEPEIL PRESEPE DELLA NATIVITA'TRADIZIONE PRESEPIO